La complessa semplicità dell’insalata di patate

da Grazia
insalata di patate

L’insalata di patate è una delle regine dell’estate, facilissima da preparare e molto comoda da portare al lavoro o in spiaggia. Si tratta di un piatto che io sfrutto in diverse occasioni e mi piace preparare in anticipo con questa ricetta personale.

“La tua insalata di patate non è normale!” mi dice un’amica. Sono stranita visto che se l’è spazzolata tutta… cosa c’era di strano? “Buonissima!” esclama, “l’insalata di patate non mi è mai piaciuta, specialmente per le patate scivolose e poi tutto quel prezzemolo… la tua ha un sapore diverso”.

Così le do la ricetta e – ringraziatela se vi piacerà – si fa promotrice del “perché non metti queste ricette su Erbaviola?!”. Mi sembra una ricetta un po’ troppo banale da doverla divulgare, ma insiste. Soprattutto per svelare il mistero della ‘patata scivolosa’ versus le mie patate morbide e ricche di condimento.

In effetti sì, questa ricetta è fatta di tanti piccoli dettagli, così un giorno che sono a casa da sola faccio un paio di foto ed eccoci qui con i misteri svelati dell’insalata di patate. Una semplicità complessa, in effetti.

Scelte complesse e risultati facili

Prima di tutto sono partita dall’abbinamento tra la necessità di dover mangiare senza glutine e la mia propensione alle patate. A me le patate, trattate nel modo corretto, salvano spesso la vita (e anche lo stomaco!), specialmente in periodi in cui sono di corsa.

preparazione delle porzioni di insalata di patate
Preparo almeno sei porzioni già pronte e bilanciate, da tenere in frigo come pranzi

Le preparo in anticipo e le cuocio già sbucciate e a vapore, così rimangono sode e si evitano i problemi legati alla presenza di glicoalcaloidi.
Preferisco la cottura a vapore perché non si riempiono di acqua e i 120° circa raggiunti in cottura sono efficaci per ridurre ulteriormente il contenuto di glicoalcaloidi. Bollendole, invece, alcune qualità di patate diventano spugne per l’acqua di cottura, che rilasceranno poi nel piatto e nel condimento. Pessima cosa. Le patate bollite durano anche meno a lungo in frigo.
L’abbinamento cottura a vapore più aceto del condimento, invece, contribuisce alla conservazione.

Quale condimento per l’insalata di patate

Veniamo al condimento dell’insalata di patate. La norma italiana è: olio, aceto, sale e prezzemolo. Non è di mio gusto. Così preparo un intingolo per l’insalata di patate (ricetta sotto) che dia più carattere e soprattutto non te le faccia venire a noia quando saranno il pranzo di tre o quattro giorni.

Utilizzo anche altri condimenti che mi sono studiata nel tempo, scrivetemi nei commenti se è il caso che li pubblichi, visto che a me sembrava già strano dover dare la ricetta dell’insalata di patate!

Allestisco il mio pranzo con l’insalata di patate, té bancha e la vecchia tovaglietta da studentessa

L’altra cosa che faccio e che vale per tutte le mie insalate, è di amalgamare prima gli ingredienti del condimento e poi metterli sulle patate. Questo permette di usare molto meno olio e niente sale (solo il cucchiaino di shoyu). Provate e vedrete che ho ragione: l’insalata di patate così è molto più leggera che versando l’olio dalla bottiglia sulle patate, ma è comunque più gustosa. Infine, nell’insalata di patate e con questi ingredienti del condimento, trovo che stia molto meglio l’erba cipollina essiccata che il prezzemolo (che tra l’altro è una pippa da pulire, tritare, si annerisce in frigo, riduce i tempi di conservazione…).

pranzo al volo in semplicità: insalata di patate, té bancha e frutta
Mi godo il pranzo in silenzio, anche se di corsa, ascoltando gli uccelli in giardino

La semplicità e versatilità dell’insalata di patate

Ne preparo in quantità, così non devo preparare il pranzo tutti i giorni. La metto direttamente in questi contenitori di vetro, così fanno anche da piatto, non c’è bisogno di scodellarla dalle mega-citole che tenevano le nonne in frigo (la mia era un’adepta delle ciotole giganti in estate).

Con la vita che facciamo noi, cioè quella in cui è improbabile programmare tutta una settimana, l’avere dei pranzi già pronti è un grande aiuto. Se siamo a casa tutti e due, mettiamo in tavola le ciotole. Mentre se uno va via e l’altra è a casa, come in queste foto, uno si porta via la sua insalata nella borsina termica insieme a due frutti ed è a posto.

pranzo in semplicità: insalata di patate, té bancha
Una pausa rilassante e fresca in una giornata frenetica

Io e la mia insalata di patate

(Non mi sono potuta trattenere da questo tremendo titolo! Fa ridere, quindi resta).

Se pranzo da sola, mi preparo la mia tovaglietta dei tempi dell’università (credo sia il lino più resistente del creato) e una tazza di té bancha, tiro fuori una porzione di insalata di patate e pranzo a vista giardino, in silenzio. Uno dei miei tovaglioli fatti a mano, la tazza fatta da una ceramista piemontese su mio disegno. Quelle piccole cose che rendono piacevole anche un’insalata di patate nel contenitore da frigo, mangiata al volo in un giorno di lavoro.
Fuori in giardino sarebbe troppo caldo e con troppe zanzare. In genere Koi mi fa compagnia sedendosi davanti alla portafinestra, mentre ascoltiamo insieme gli uccelli dei dintorni e il nostro merlo, quello che ci ha adottati e vive sull’ulivo, spadroneggiando le gazze e le tortore. Alla fine, la pace e la serenità sono sempre qualcosa da costruirsi da sé, anche se intorno il resto del mondo crolla o urla.

insalata di patate già pronta in frigorifero
L’insalata di patate, fatta così, si conserva in frigo per 5-6 giorni

Il salvavita per improvvisi pranzi fuori

Se decidiamo di andare da qualche parte all’improvviso o anche solo al mare, prendo al volo due contenitori di insalata di patate dal frigo, li infilo nello zainetto termico insieme alla bottiglia dell’acqua e alla frutta… in tre minuti siamo pronti per andare, senza grandi preparativi. Questo comunque vale per qualunque cosa abbia preparato per i pranzi della settimana, salvo cose da scaldare in inverno, ma anche lì c’è un trucco (lo devo svelare prossimamente? Magari qualcuno lo usa già).

libri autoproduzione come usare una cucina a legna

Nel tempo, questo ci ha evitato una quantità di pessimi pranzi al volo in posti sconosciuti. Ci ha anche evitato di rimandare la spiaggia perché non avevamo ancora mangiato o dovevamo mangiare due ore dopo – e in questa parte della Romagna mangiare qualcosa di vegan in spiaggia è impossibile (forse è vegan la menta nel mojito, ma io non bevo più superalcolici).

Un salvavita estivo, insomma, questa insalata di patate a modo mio! Fatemi sapere se vi piace!

La migliore insalata di patate da portare al lavoro, in spiaggia, in viaggio...

Gradimento 5.0/5
( 6 voti )
Persone: 6 Preparazione totale: Tempo cottura: Informazioni nutrizionali 200 calorie 20 grams grassi

Ingredienti

  • 2,5 kg di patate gialle adatte alla lessatura
  • 20 ml di olio extravergine di oliva
  • 40 ml di aceto di mele (o di kombucha)
  • 1 cucchiaio di shoyu (no, la salsa di soia del supermercato non è uguale)
  • 1 cucchiaio di senape fatta in casa (o tipo Digione)
  • 1 pizzico di paprika dolce
  • 1 pizzico di aglio in polvere
  • 2 cucchiai di erba cipollina essiccata
  • 18 olive taggiasche in salamoia

Procedimento

Pelo e lavo le patate. Le ripongo sull'apposita grata o cestello in una pentola per la cottura a vapore. Io di solito uso tre soluzioni a seconda dei periodi:

  • la Instant Pot che regolo su Steam (vapore) per 15 minuti (questa è la mia Instant Pot). Meno se le patate sono piccole. 
  • una normale pentola di acciaio con cestello per il vapore per 30 minuti
  • la pentola a pressione inserendo la grata o il secchiello per il vapore, per 10 minuti (la mia è una WMF quindi particolarmente veloce)

Intanto prepararo il condimento miscelando in una ciotola tutti gli altri ingredienti e sbattendoli brevemente con una frusta.  Una volta lessate le patate, le apro a metà, per la lunghezza, con una forchetta e le lascio raffreddare.  Quando sono tiepide o frede, spezzo le patate in tocchetti da 3-4 cm, sempre con la forchetta. Le patate lessate non vanno tagliate con il coltello, altrimenti il condimento scivolerà sulla superficie liscia e faranno quel terribile effetto "cubetto unto". Infine le irroro con il condimento preparato, mescolandole bene.  Divido in sei porzioni e guarnisco ognuna con tre olive e (facoltativo) un pizzico di paprika dolce, un pizzico di erba cipollina, una spolverata di pepe.  Le porzioni preparate così possono essere conservate in frigo fino a 5-6 giorni. 

Hai provato questa ricetta?
Taggami su Instagram @erbaviola o su Facebook @grazia.cacciola.erbaviola

Ti potrebbe interessare anche:

18 Commenti

Vale Luglio 3, 2024 - 9:16 pm

Eh, pubblica pure sti altri condimenti, sì.

Reply
Martina Luglio 3, 2024 - 10:59 pm

Mi associo! Vogliamo gli altri condimenti!

Reply
Grazia Luglio 5, 2024 - 7:08 pm

Sarà fatto… e io che credevo che sarebbe stato un post inutile! In arrivo gli altri condimenti ;)

Reply
Martina Luglio 3, 2024 - 10:58 pm

Finalmente!!! Mancavano le tue ricette con tutti questi suggerimenti interessanti! Io ammetto che non sapevo nè che era meglio sbucciarle prima né che vanno spezzate con la forchetta e non tagliate! Sabato provo a seguire la tua ricetta e ti saprò dire …. Intanto ti ringrazio sulla fiducia ❤️

Reply
Grazia Luglio 5, 2024 - 7:09 pm

Attendo il tuo responso cara Martina! Intanto grazie della fiducia ❤️

Reply
claudiag Luglio 4, 2024 - 9:59 am

Delizia ! Anche io non conoscevo il trucco di non tagliare le patate, ma spezzarle con la forchetta. Sono molto interessata ad altri condimenti e anche ad altre ricette veloci per avere pranzi i cene pronte….

Reply
Grazia Luglio 5, 2024 - 7:10 pm

Cara Claudia, mi sa che potrei scrivere un libro solo sulle patate… o sui pranzi veloci da tenere pronti in frigo! Sceglierò tra le ricette migliori da proporre qui su erbaviola. Un abbraccio!

Reply
giulia Luglio 4, 2024 - 12:12 pm

Ringrazia la tua amica, perché io da amante di patate cotte in tutti i modi, cerco sempre idee…E visto che l’insalata di patate lo trovo un piatto comodo e furbo, credo che la copierò presto (mi manca solo la salsa shoyu). Comunque si pubblica pure altri piatti così che io amo cucinare, ma in estate la casalinga anni’50 dentro di me va in ferie e la voglia di passare ore davanti ai fornelli pure. Sono sempre alla ricerca di ricette buone, golose e veloci!!!

Reply
Grazia Luglio 5, 2024 - 7:12 pm

Cara Giulia, come dicevo a Claudia sopra… di quelle ne ho in abbondanza! Probabilmente perché io sono in corsa per il titolo di regina delle pigre e non solo in estate! Quindi di stratagemmi qui si abbonda… pur di non lavorare ai fornelli :P A presto!

Reply
Donatella Luglio 4, 2024 - 2:09 pm

Condimento assolutamente da provare!
Una domanda…ho l’instant pot ma non la funzione STEAM, in genere per le patate al vapore uso Pressure Cook con il cestello per il vapore e cottura 4 minuti😬
Cosa dici?

Reply
Grazia Luglio 5, 2024 - 7:15 pm

Cara Donatella, dico che va benissimo! Pensa che ero convinta che fosse una funzione standard delle Instant Pot e che cambiasse solo la posizione del tasto… si impara sempre! In effetti la cottura a pressione va benissimo, ma a me scoccia tutto il vapore in uscita. Di solito non lo rilascio, mentre si raffredda da sola si sblocca senza buttar fuori tutto, ma ci vogliono ore. Invece con la funzione ‘steam’ puoi aprire subito e raffreddarle in meno tempo… tutto qui :) Un abbraccio! (Fammi sapere se ti piace!)

Reply
lumi Luglio 4, 2024 - 2:48 pm

Grazie, proverò! Ma le tue belle ciotole munite di coperchio, dove le hai prese? Geniale, fanno da contenitore e non sporchi manco un piatto.

Reply
Grazia Luglio 5, 2024 - 7:18 pm

Cara Lumi, sì sono comodissime. Prima usavo le classiche Bormioli, quelle con il tappo azzurro, ma non era ben bloccato e il vetro Bormioli inizia a rompersi di frequente, mia impressione. Queste sono di Ikea e stanno durando da almeno 6 anni usandole continuamente. Ci sono diverse misure. In inverno uso di più quelle rettangolari perché unisco verdure cotte come broccoli che prendono più spazio.

Reply
Michela Luglio 5, 2024 - 3:14 pm

Non sapevo che tagliando le patate con il coltello si crea la patina liscia che le rende viscide, buono a sapersi dato che adoro l’insalata di patate. Grazie per i consigli e ti ringrazio in anticipo se vorrai condividere gli altri condimenti

Reply
Grazia Luglio 5, 2024 - 7:19 pm

Cara Michela, lo farò sicuramente! Se la provi, fammi sapere se ti piace! Un abbraccio :)

Reply
daniela Luglio 5, 2024 - 6:00 pm

grazia lo dico sempre che hai l’asticella troppo alta!!! come vedo dai commenti sopra la maggior parte di noi non sapeva molte cose …ma soprattutto sono i tuoi commenti che io adoro, oltre alla ricetta….magiare con calma anche se si è di fretta….apparecchiarsi con cura…godere della compagnia di koi e del canto degli uccellini….
oppure andare in spiaggia (o da altre parti) e essere pronti con qualcosa di veg e salutare…oltre che gustosissimo!!!!
anche io adoro le patate ma l’insalata di patate mai piaciuta…eh si …il prezzemolo lo odio e le patate viscide…insomma….
quindi domani farò subito la prova…penso che però preparerò condimenti diversi perchè sono curiosa di scoprire cosa mi piace :)
approfitto del commento per ringraziarti di aver reso di nuovo disponibile il libro “L’AUTOPRODUZIONE è LA VERA RIVOLUZIONE” …ne avevo comprato 4 copie quando creasti il crowfounding e le tre amiche a cui lo avevo regalato a suo tempo mi hanno ringraziato a lungo…quindi adesso ne compro subito qualche altra copia per fare felici e chissà, aiutare, altre persone a me care!!!
vedo anche che c’è un’altra bellissima novità…quella collana di libri “appetitosi” appena ristampati con la nuova grafica…per un regalo più importante sono perfetti….dico per un regalo che io ce li ho già tutti e autografati da te qualche anno fa al corso che facesti a rimini sul cambiare vita….anzi approfitto sempre di questo commento per ringraziarti anche di quello: la vita me l’hai cambiata davvero allora…e in meglio!!!!
quando attraverso qualche periodo difficile ritiro sempre fuori la dispensa che ci hai dato , i miei appunti del corso e delle call a seguire che con grande professionalità e gentilezza facesti in seguito…
commento sempre qui il post sul silenzio: finalmenteeeeeee!!!!!! avevo proprio bisogno di vedere scritto tutto ciò!!! grazie anche per quello…ti abbraccio

Reply
Grazia Luglio 5, 2024 - 7:27 pm

Cara Daniela, grazie di cuore… sei sempre così carina e gentile!!! Sono quasi senza parole davanti alle tue, credo che questo commento me lo stamperò per gloriarmi con Koi. Visto tutto il tempo che sono stata alla scrivania indisponibile per lui, a lavorare a queste nuove edizioni… andrò a sventolarglielo dicendo “Visto? Visto? Andava fatto!”. Ovviamente, come sempre, mi guarderà stranito pensando magari “Ora cosa vuole con questo foglio? Ci giochiamo? Lo mangiamo? Cosa???”
Grazie grazie grazie, non ci sono parole sufficienti… e sono felicissima della svolta che hai dato alla tua vita, anzi, posso dire con cognizione di essere stata felicemente superata!!! E questo riposo e soddisfazione te li meriti tutti, te li sei più che conquistati. Un grande grande abbraccio!

Reply
monica Luglio 8, 2024 - 8:05 am

Ciao Grazia, è sempre un piacere leggerti, anche quanto scrivi di patate (ricetta utilissima)!

Reply

Lascia un commento