17 Commenti

Vale Giugno 9, 2024 - 4:59 pm
Ecco. (Vado a mettere segui sulla pagina).
Grazia Giugno 9, 2024 - 6:42 pm
Cara Vale, spero non sia un commento di depressione...
Vale Giugno 9, 2024 - 8:22 pm
No no, era un ecco divertito. Peraltro questo editore mi pare molto figo.
Grazia Giugno 10, 2024 - 5:35 pm
Lo è, lo è! Moltissimo. Visto che copertine? C'è anche il mio zampino finalmente! (A parte quella stupenda sopra che è tutta opera di Isabella Giorgini)
Martina Giugno 9, 2024 - 11:56 pm
Cara Grazia, non posso che dirti complimenti per il coraggio, io avrei ceduto molto prima! Personalmente adoro il tuo modo di scrivere e ho amato il libro L’Autoproduzione é la vera rivoluzione. Ancora prima mi ha dato una grande spinta “Scappo dalla città". Spero davvero che continuerai a scrivere e che con questo nuovo editore andrà molto meglio. Io ti leggerò sempre volentieri e… aspettiamo qualcosa di nuovo 😁😜 Non penserai di cavartela con una ristampa, vero?1
Grazia Giugno 10, 2024 - 5:36 pm
ahah ok! Finita la ristampa dei libri già usciti (perché di alcuni la chiedevano proprio in tanti!), arriverà anche il nuovo. Ti abbraccio, grazie per l'incoraggiamento!
Monica Giugno 10, 2024 - 12:29 am
Non pensavo fosse un ambiente così tanto marcio… ma inizio a chiedermi cosa non lo sia in Italia. Se posso permettermi, scrivi solo se ti fa piacere e se ha un ritorno. A me piace molto il tuo stile, mi dispiacerebbe non leggerti più, perciò spero tanto che tu abbia trovato o che troverai presto l’editore giusto. P.s. Newsletter bellissima 😍 Monica
Grazia Giugno 10, 2024 - 5:37 pm
Ciao Monica, grazie per le tue parole. Io confido molto in questo nuovo editore, per un paio di ottime ragioni... quindi incrociamo le dita! un abbraccio, grazie!
Giovanna Giugno 10, 2024 - 7:57 am
Cara amica (perché é così che ti considero dopo tutti questi anni di lettura), tu hai talento ma ti vedo rinchiusa e limitata in questo sito, la percezione é questa. La cosa giocherà inizialmente a mio sfavore, perché non potrò leggerti così spesso, però il mio consiglio professionale è di non concentrarti così tanto sul sito. Se possono leggerti gratis con così tanto materiale a disposizione, perché dovrebbero comprare i libri? La maggioranza punta ad avere tutto gratis. Tu stai coltivando solo questa maggioranza. Il mio parere professionale é prima di tutto di dedicarti maggiormente ai libri. Secondo di non limitarti ai soliti argomenti del sito, quelli che hai proposto finora. Hai un grande talento umoristico e una scrittura vivace, quando vuoi. Dedicati a questo, non ai manuali su come fare questo e quello. Utili ma li può scrivere chiunque, senza offesa. Tu continua a cogliere i lati comici della vita e sarai il balsamo per le nostre. La vita deve continuare a nutrirci con qualcosa di intangibile, qualcosa che soltanto il riso sa conservare nell’assurda idiozia delle nostre azioni. Tu puoi farlo. Ti aspetto con un meraviglioso romanzo, chiedo troppo?
Giovanna Giugno 10, 2024 - 8:19 am
Volevo aggiungere che L’Autoproduzione è la vera rivoluzione l’ho riletto ben tre volte in questi anni, regalato e consigliato. Avevo lasciato anche la recensione proprio su Amazon ma é rimasta "attaccata" alla seconda edizione… ne faccio un’altra?
Grazia Giugno 11, 2024 - 9:44 am
Cara Giovanna, scusa non avevo visto subito il commento! Rispondo adesso. Intanto grazie per le tue parole, mi scaldano il cuore! Questo sito era nato proprio con l'idea di divulgare gratis delle pratiche che 25 anni fa erano poco conosciute e non si trovavano sulla rete, internet era ancora agli esordi. Al tempo un sito come questo aveva anche dei costi contenuti, anzi devo dire che ho iniziato con un sito gratuito su Altavista (non esiste più). Il tempo ha fatto in modo che queste pratiche diventassero sempre più diffuse e questo è un bene, anche se temo siano più diffuse su internet che nella realtà. I siti costano sempre di più, anche in conseguenza dei rincari sull'energia... i server che li sostengono vanno con l'elettricità (un'ovvietà ma molti non ci pensano). Oggi purtroppo è molto difficile fare quello che facevo venticinque anni fa, a parte i costi: ci sono i social che risucchiano la gente in vortici chiusi e blindati, ci sono le influencer dell'autoproduzione (qui vorrei urlare pietà...) che spendono delle cifre per rendersi più visibili (e scopiazzano contenuti da dovunque, sono mostri affamatissimi), ci sono le grandi testate che spiano anche siti come il mio per vedere se c'è un articolo che fa più traffico e, quando c'è, lo copiano al volo aggiudicandosi il primo posto nelle ricerche di Google, Bing ecc. Anche solo in forza del fatto che loro sono grandi e con molto più traffico. Negli USA, a giornalisti e blogger come me vengono proposte collaborazioni con le testate interessate ai loro articoli. In Italia, no. Mai. In Italia, se gli interessa qualcosa di tuo, lo copiano. Io posso "vantare" anche copiature notevoli, per esempio da La Repubblica. Ma non è mai successo che La Repubblica mi contattasse per dire "ehi, ci piacciono i tuoi articoli, vuoi scrivere per noi?". E' successo invece che copiassero parola per parola. Per i libri, succede lo stesso, parlo in particolare dei manuali. "L'orto sul balcone" è stato copiato dagli stessi editori a cui l'avevo proposto inizialmente. Io l'ho dovuto pubblicare con un piccolo editore e quando ha avuto molto successo in termine di vendite, quegli editori hanno preso un hipster o una Miss Gnòla del momento per rifarlo. Con la loro forza di marketing e pubblicità, passaggi televisivi e interviste a pagamento sui giornali dello stesso gruppo, hanno reso il mio libro praticamente invisibile. Scusa la lunga spiegazione ma era per dire una cosa che altrimenti sembrerebbe folle. So che lavoro fai e per chi, ti stimo molto, ma forse a volte non vi rendete conto come si sta dall'altra parte. Non ci basta pagare un po' di pubblicità per farci vedere e nemmeno scrivere altro perché andrebbe peggio che con i manuali. Tutte quelle storielle di successo partendo dal basso lo sai anche tu che sono americane, britanniche ma italiane no, mai (e non mi si citi quella porcheria dell'amica geniale perché lo sanno i sassi che è un lavoro costruito a tavolino, il 90% è marketing e il 10% scrittura pateticamente povera con una storia scopiazzata grandemente). Grazie di cuore delle tue parole e dei consigli Giovanna, ti abbraccio! Sì, scriverò altro se riuscirò a trovare il tempo e la voglia di farlo tra il lavoro per mangiare, Erbaviola e il bisogno di alzarmi ogni tanto dal computer :-) Magari lo sto già facendo, chi lo sa ;-) Per la recensione che avevi lasciato... purtroppo era legata alla seconda edizione. Ce l'ho salvata tra i miei ricordi :) Se vuoi lasciarne un'altra sulla nuova edizione, mi fa molto piacere!
Federica Giugno 10, 2024 - 8:30 am
"Michela Murgia nel 2006 aveva scritto tre post in croce sul lavoro nel call center e le si sono aperti i giganteschi portoni di Isbn Edizioni. Si vede che non valgo niente, mi sono detta, quindi inutile continuare con tutta questa fatica e queste spese. Datemi torto." Grazia, tu sei proprio SICURA che sia andata così? Sei certa che questa non sia la favoletta marketing che hanno voluto raccontare? A me risulta che semmai Michela Murgia sia passata da quest’altro "gigantesco portone": https://azionecattolica.it/ricordando-michela-murgia/
Grazia Giugno 10, 2024 - 5:41 pm
Ciao Federica... sì, circola anche questa storia, l'ho sentita. Io ho dato quella ufficiale dell'editore. Tanti anni fa capitavano queste cose, certo con siti con del traffico. In effetti quello che mi ha sempre lasciata perplessa della vicenda è che quel sitarello su blogspot della Murgia aveva solo pochi lettori, pochissimo traffico. Si vede che nel pochissimo traffico c'era anche qualcuno della casa editrice. Mi sa che a questo punto non lo sapremo mai. Di queste storie di finte scoperte di autori è piena la rete. Sembra in effetti che vogliano costruire la storia addosso all'autore quando stanno per far uscire il primo libro...
giulia Giugno 10, 2024 - 12:12 pm
Ho comprato questo libro l'anno scorso o due anni fa, quindi non l'ultima versione riveduta e corretta...ma per i corrieri faccio lasciare tutto in ufficio che la casa nel bosco pare complicata trovarla...anche se i postini riescono perfettamente!!!
Grazia Giugno 10, 2024 - 5:46 pm
Ciao Giulia, ti ringrazio per l'apprezzamento! La versione è identica, cambia solo il fatto che ho inserito alcune note qui e là, niente di particolare, tipo cos'è un gruppo di acquisto o la differenza tra il movimento Dècroissance e il Movimento Decrescita Felice. Aggiungere dei capitoli non sarebbe stato corretto verso chi l'aveva già comprato nelle precedenti edizioni. Si tratta solo di note. Se ti incuriosisce, puoi dargli un'occhiata gratis su Amazon, come spiegavo sopra :) Per il resto...alcuni corrieri penso che non trovino le strade che non gli sono comode ;)
Donatella Giugno 10, 2024 - 5:30 pm
Cara Grazia, faccio parte delle 222 persone che alll'epoca sostennero il crowfunding, copia n. 145 per l'esattezza. Ricordo l'attesa per avere il tuo libro fra le mani, la gioia nel riceverlo e successivamente nel leggerlo. In ogni pagina vedevo le tue giornate, i tuoi gatti, i momenti no e i momenti sì, in poche parole la tua vita sempre raccontata in modo piacevole. L'ho amato molto e spero lo possano amare tante altre persone
Grazia Giugno 10, 2024 - 5:53 pm
Ciao Donatella! Certo che mi ricordo! Ti mando un grande abbraccio prima di tutto! Devo dire una cosa: quell'edizione era bellissima, intendo la combinazione carta-rilegatura-copertina e quelle alette disegnate da Isabella Giorgini. Il tipografo fece un lavoro egregio. Resterà sicuramente una delle edizioni più belle che ho visto per i miei libri, perché a farlo così oggi arriverebbe a costare qualche decina di euro. Sono contentissima quindi che abbia colto il momento giusto per arrivare tutto bello nelle tue mani! E grazie ancora per il tuo sostegno, di cuore! ti abbraccio
Add Comment