14 Commenti

mariangela Maggio 26, 2024 - 8:39 pm
Io nei social non ci vado molto ...(vado a curiosare su qualche Facebook anche se difficilmente metto un mi piace e se lo faccio lo metto per persone che conosco ) ma il tuo è un caso a parte ...mi piace l'onestà con cui ti descrivi e mi fa ridere la tua sottile ironia nel descrivere ciò che scegli di fare e come fare ,mi piace l'autoproduzione quando serve nella vita di ogni giorno e mi piace il fatto che continui a fare cose non per essere vista ma perché ti stimola a creare e essere te... continua così per favore.... te lo devo aver già detto.forse......
Grazia Cacciola Maggio 30, 2024 - 10:02 am
Cara Mariangela, grazie per le belle parole, sono un balsamo per le ferite dell'essere fuori dal coro petulante dell'apparire. Un abbraccio grande!
Vale Maggio 26, 2024 - 11:12 pm
Eccoci! Mi sto stufando (e staccando) anche io dai social. Che peraltro, furba che sono, nn mi piacciono eppure ne avevo scaricato uno in app, tale Waveful, e sto rimandando il giorno in cui cancellerò i (pochi) post che ho messo e l'account. Forse lo faccio domani. Facebook invece ha persone che posso leggere solo là quindi vabbè. Alterno periodi in cui non pubblico nulla a giorni in cui mi vengono in mente mille robe da condividere per forza o chi sta nella mia bolla non saprà mai i problemi del mondo 😂 In effetti leggere, passeggiare (al mare, in campagna, su un sentiero ma anche per il paese o in città) giocare con i gatti e fare le parole crociate è più divertente che stare sui social. Perfino riordinare casa sta diventando più divertente, il che è tutto dire. Però devo ammettere che passo quasi quotidianamente su Erbaviola a refreshare (si dice così?) per vedere se c'è un articolo nuovo. Quando c'è so che la giornata sarà bella. 😊
Grazia Cacciola Maggio 30, 2024 - 10:14 am
WOW! A parte condividere tutte ma proprio tutte le cose che sono più belle che stare sui social... sapere che passi a controllare se c'è un nuovo post mi riempie il cuore! Ti abbraccio forte!
Isabella Siciliano Maggio 27, 2024 - 8:23 am
Che bello leggere le tue paroli, sempre stimolanti per me. Io provo sempre sentimenti molto ambivalenti nei confronti dei social: da un lato mi preoccupano francamente (la quantità di disinformazione e qualinquismo, la riduzione di tutto a pochissime parole e una immagine ritoccata o un video di 2 minuti), credo proprio possano fare male. D'altro canto tramite i social ho conosciuto persone speciali, mi hanno consentito di avvicinarmi a chi era fisicamente lontano o lontana, ma con idee e interessi affini da esplorare. Ma ciò che mi tiene ancorata al momento è il fatto che, fatto a casaccio (ma questo non lo cambio, le strategie di marketing non fanno per me) è la mia unica forma di pubblicità. E ci provo. Senza snaturarmi. Ma è faticoso. E chiudere tutto e andare a passeggiare nel bosco rimane salvifico. Spero che presto tu possa goderti il mare quindi e le passeggiate sulla spiaggia <3
Grazia Cacciola Maggio 30, 2024 - 10:28 am
Cara Isabella, come illustri bene tu, il mezzo è il mezzo, a noi sta come usarlo. Però qui si è un po' travalicata la scelta personale, ovvero: è il social che sceglie cosa farti vedere. Questo lo trovo tremendo perché alla fine le logiche sono solo quelle che provocano traffico: vincono i post che creano sdegno, biasimo, gossip, umorismo grossolano. Se non rientri in queste categorie, come me e come te, il traffico sarà sempre risicato e sarai semmai tu che darai traffico a loro, non viceversa. Esempio banale: io ci ho messo ben un anno ad abituare tutti a scrivermi solo via email. In qualche modo, erano convinti/e che mandandomi un messaggio sui social, rispondessi prima. Cosa che non è mai stata vera. Ma leggevano qui su erbaviola, poi andavano a scrivermi su un social. Poi restavano sul social, catturati dallo scorrere di milioni di contenuti di tutt'altro genere. In pratica, con la semplice azione di un messaggio, ero io che davo traffico ai social e non il contrario. In ogni caso è un contesto in cui primeggia chi paga - ed è assolutamente corretto visto che sono aziende che tengono in piedi qualche centinaio di migliaio di server, professionisti ecc. ... Facebook non l'hanno disegnato con le matite Giotto, è un lavoro e devono guadagnarci. Il resto della gente che ci sta sopra a chiacchierare, sta solo lavorando gratis per loro. Ti mando un grande abbraccio e già che ci sono ti mando una mail con un paio di dritte professionali per pubblicizzarti bene senza dipendere dai social, perché tu le vali.
Michela Maggio 27, 2024 - 9:34 am
Ho un amore/odio per i social, ultimamente sempre più vicino alla non sopportazione perchè come hai ben detto tanti/e ripropongono gli stessi contenuti nello stesso periodo e stanno davvero stancando. Resta il fatto che alcuni contenuti che mi interessano li trovo solo su Instagram e pertanto per il momento quello lo tengo. Sicuramente ho notato (su di me) che più apro i social più si abbassa la capacità di concentrazione. Come sempre grazie per queste perle.
Grazia Cacciola Maggio 30, 2024 - 10:47 am
Cara Michela, grazie a te della conferma! Certo, ti posso assicurare che ci sono anche diversi studi che confermano che venendo esposti a un'informazione epigrafica di argomenti e autori diversi, si allena la mente a comportarsi sempre in questo modo, ovvero a mantenere l'attenzione per non più di tre secondi. Più guardi i social, più diventa faticoso leggere, studiare, lavorare e applicarsi a qualunque attività con concentrazione. Le persone che utilizzano di più i social sono spesso incapaci di tenere una conversazione basata sulla logica (io direi anche sull'educazione, ma questo non l'hanno studiato) e di argomentare su un fatto senza fornire solo opinioni personali. Panorama desolante. Ti abbraccio!
giulia Maggio 27, 2024 - 10:10 am
Diciamo che capisco l'utilità dei social ma anche chi li detesta, per lavoro utilizzo il pc giornalmente, per mantenere la mia fedina penale pulita lavorando al e con il pubblico scrivo il mio blog tutti i giorni e su Instagram seguo solo persone che mi interessano, anche se l'algoritmo mi propone supervip ma dicui non me ne frega nulla salto...però nel weekend e alle cene il telefono cerco di tenerlo in borsa il più possibile!!!
Grazia Cacciola Maggio 30, 2024 - 10:57 am
cara Giulia, buon per te che hai trovato un equilibrio con i social, ci riescono in pochi! Coltivarsi al di fuori di internet ormai è una sfida. Un abbraccio!
claudiag Maggio 27, 2024 - 10:54 am
Non sono su nessun social, né ci sono mai stata. Non sono una snob, è solo che non mi piacciono e non mi interessano. Leggo però volentieri qualche blog che mi piace, dei pochissimi che sono rimasti, e il tuo è sicuramente uno di questi. Se deciderai di restare solo qua, per me va benissimo. Scrivi sempre cose interessanti e originali, quindi per me vale la pena. Ovviamente quando vuoi e puoi.
Grazia Cacciola Maggio 30, 2024 - 11:03 am
Cara Claudia, grazie di cuore per le belle parole! Se alla fine questo diventerà un circolo di esseri pensanti, impegnati, pacati, educati e innamorati della vita vera, sarà una gioia grandissima. Forse lo è già, quindi credo che comincerò subito ad essere più felice del traguardo raggiunto. Per me, scrivendo questo sito, la qualità delle persone che lo leggono e delle conversazioni che origina è molto importante. Ti abbraccio!
Catia Maggio 31, 2024 - 2:29 pm
Incredibile. Ti leggevo e mi sembrava di leggere di me, tipo una pagina di diario mio. Iniziare a scrivere e poi ritrovarsi a scrivere altro, che bello, non sono l'unica a farlo allora 😃 Ti ho trovata poco fa facendo una ricerca sull'autoproduzione. Stavo cercando ispirazione per una cosa che devo scrivere nel mio blog, ma ultimamente sono così poco sul pezzo (e tutto è iniziato da quando ho il maledetto instagram, che odio e medito di chiudere), che pure le cose che mi stanno a cuore mi dà noia farle, e così finisco per ritrovarmi a leggere questo tuo blog, perdendo la cognizione di quel che stavo facendo e che oramai farò domani. Perché è verissima questa cosa, che è bellissimo leggere cose scritte bene, e immedesimarsi leggendo, e farci su mille riflessioni, mentre quanto è invece alienante scrollare dei reel che mai una volta vedi fino alla fine tanta è la noia che ti assale? Grazie! Scoprirti oggi mi ci voleva! E se ci dovessimo scontrare tra un cespuglio fiorito e l'altro... ti offro una piada! 💪
Grazia Cacciola Giugno 9, 2024 - 7:10 pm
Grazie Catia, sei gentilissima! bentrovata intanto 😃 Un abbraccio e mi segno la piada, una piada non si rifiuta mai!
Add Comment