Related posts

GIUGNO 2024: I GIORNI MIGLIORI PER SEMINARE, RACCOGLIERE E CURARE

Ortoterapia: coltivare un orto naturale, anche sul balcone

Cominciare un orto in luglio e agosto

8 Commenti

GIULIA LOMBARDO Marzo 29, 2024 - 11:15 am
Al momento sono in fase studio e preparazione, ma avendo un bel giardino sto valutando seriamente di iniziare a provare a seminare qualcosa, quindi sto salvando i vari post....certo il mio pollice nerissimo non aiuta, ma massimo questa estate voglio provarci...
Grazia Cacciola Marzo 29, 2024 - 6:58 pm
Evviva Giulia! Allora ci faremo compagnia tutta l'estate e, naturalmente, se hai qualche dubbio sono qui!
Vale Marzo 30, 2024 - 8:49 pm
Quest'anno sono partita carichissima con qualche seme di pomodoro marinda (credo si chiamino così) messo da parte lo scorso anno. A germogliare germogliano, il problema è che deperiscono subito. Va be', pazienza, in realtà era davvero solo una prova... 😅 Io comunque di solito faccio le gite ai vivai per tornare a casa a mani vuote. 🤔 Il balconcino che ho ora non è abbastanza capiente. Un anno ho comprato una pianta di basilico del discount, l'ho travasata in un secchio (di quelli per lavare i pavimenti, non aveva nemmeno i buchi) tale e quale: è diventato un cespe enorme e rigoglioso, una gioia per occhi e narici. Quest'anno ho comprato il solito vasetto, diviso la zolla con ogni cura per dare alle piantine spazio e aria e niente, sono andate in depressione e si sono suicidate. Manco due foglioline per il sugo ne ho ricavato. Quindi sto meditando se comprare un altro secchio (il vecchio è sparito, sospetto me lo abbia rubato qualche operaio) e tentare di replicare il basilico della massaia pazza. Io non so perché a casa mia i secchi non durano. Quello che uso per lavare i pavimenti lo tengo nascosto in bagno, ma ogni secchio io abbia comprato nel corso degli anni è finito nel Nonsodove insieme ai calzini spaiati e gli appunti persi.
Grazia Cacciola Aprile 3, 2024 - 11:28 am
Se non mi ricordo male, Vale, la tua esposizione è in mezzo ad altre case, quindi potrebbe essere che deperiscano per il poco sole... magari coltiva qualcosa più amico di qualche ombreggiatura, come le insalate! Come tu faccia ad andare nei vivai e uscire a mani vuote... grande invidia!!! Io comprerei tutto, devo veramente sforzarmi di stare alla lista! (Tranne che nei "vivai" dei brico, lì proprio non ci comprerei nemmeno una primula) Il "basilico della massaia pazza" LOL. Credo che come vantaggio avesse tantissima terra, sicuramente era più profondo di un vaso!
daniela Aprile 1, 2024 - 5:59 pm
grazia come sempre i tuoi articoli sono ironici e pieni di buon senso (il furto delle dalie e riciclare!) io ho un giardino e un pezzo di terra abbastanza grande ma quest'anno mi dedicherò sicuramente al terrazzo...infatti il giardino e il campo sono FLAGELLATI dalle lumache col guscio-chiocciole? che impediscono la coltivazione di diverse piante che a me piacciono molto ( rucola, ravanelli, fragole, spinaci etc) e quindi, visto che mi hai davvero ispirato, comincerò un balcone orto-con qualche fiore. Tutto tassativamente con contenitori di recupero miei o chiesti in giro...nessuno mi può vedere quindi darò sfogo a tutta la mia mancanza di senso estetico!!!!! :) grazie per tutti questi CONSIGLI GRATUITI E SICURI che ci metti a disposizione...è vero su internet si trova tutto ma molto non è vero e tu ci eviti tutto il lavoro di ricerca, sperimentazione, fallimento e depressione collegato a cercare a casaccio nella rete....buon aprileee
Grazia Cacciola Aprile 3, 2024 - 11:53 am
Grazie cara Daniela!!! Spero di vedere presto delle foto del tuo novello orto sul terrazzo allora! Per le chiocchiole e qualunque altro tipo di lumaca, ai tempi del mio primo orto in terra che ne era veramente flagellato, facevo così: tutte le mattine sul presto (quando vengono fuori) passavo con un secchio e raccoglievo tutte le lumache con o senza guscio, poi le portavo in un boschetto a due chilometri circa. I primi giorni con il secchio, poi ci stavano in un barattolo. Ci ho messo un'estate ma il problema per fortuna si è ridimensionato. Per le lattughe però ho sempre dovuto mettere delle protezioni, di solito fatte con bottiglie riciclate. Spero ti sia utile! Certo che però se ci sono attorno prati incolti o nessun muro alto, è difficile contenerle. Una mia amica ci era riuscita contornando con un metro di bambooe senza raccogliere le foglie cadute. La permacultura utilizza questo sistema anche per il vento troppo forte... comunque pare che le sue lumache non riuscissero a strisciare sulle foglie secche di bamboo. Un grande abbraccio!
Vale Aprile 1, 2024 - 8:43 pm
Ah, devo ringraziare Daniela qui sopra. Mi ha fatto venire in mente che mia sorella, che avrebbe un pezzetto di terra, e anche un cortile per i vasi, ma non riesce a concludere mai nulla per via delle formiche. Quando mi parla delle sue formiche mi viene in mente il racconto di Calvino sulla formica argentina, ma nel caso di Linda è peggio, un'ira divina. Ha una vera e propria invasione e non riesce a debellarla con nulla, addirittura non può stare sulla parte sterrata perché la attaccano. E chiamare una ditta ovviamente non è un'opzione percorribile, troppi soldi e la casa non è sua. Io non so più cosa suggerirle. 🤷🏻‍♀️
Grazia Cacciola Aprile 3, 2024 - 12:08 pm
ha già provato a passare con olio essenziale di menta piperita? pare sia l'unico che cancella le "piste" olfattive delle formiche. A cancellargli continuamente le piste si stressano e rinunciano, ma da quello che dici c'è già un grande formicaio attivo, mi sa che servono altri rimedi... anni fa avevo visto fare delle fumigazioni sopra a dei formicai in una casa di campagna, ma non so quanto sia efficace in un cortile e quanto si possa convincerle a traslocare con il fumo. Un abbraccio!
Add Comment