Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/customer/www/erbaviola.com/public_html/wp-content/plugins/penci-soledad-amp/includes/utils/class-amp-html-utils.php on line 11
> Pensieri spettinati e sparpagliati | Erbaviola

Related posts

Creatività: 10 cose che faccio per alimentarla

L’arte di procrastinare in 5 semplici lezioni

Un sistema è meglio di una lista di obiettivi

10 Commenti

Vale Dicembre 21, 2021 - 12:24 am
Bella, bentornata! 😍 In effetti mi sei mancata. E sai che ti dico, che nei libri sul sonno che ho letto questa cosa non c'era. Cioè, c'erano i cicli e tutto il pacchetto, ma non la cosa di completarne senza iniziarne di nuovi che verranno interrotti. 🤔 O forse c'era e mi è sfuggito, comunque oh! Grazie della dritta. Non so chi tra me e Borri sua il più caotico... Devo dire che io al caos sono abituata, a casa dei miei la normalità è che pare sia scoppiata una bomba. 😅 E non ricordo mai niente perché dimentico pure di segnarmi le cose che dovrei ricordare (detta così sembra un miracolo che io sia ancora viva). Ma certe volte Ale fa cose che mi lasciano basita, voglio dire, certe volte anche di lui mi chiedo come sia arrivato alla sua età incolume. 🙄
Grazia Dicembre 21, 2021 - 10:14 am
Grazie Vale! Che bello rientrare con questo saluto! Sì, questa questione del sonno mi é capitato di leggerla molti anni fa in uno studio pubblicato da Science e da allora l’ho sempre applicata con vantaggio… salvo i casi di forza maggiore in cui vengo svegliata contro la mia volontà. Prova, vedrai che noti il miglioramento già in un paio di giorni. In quanto al Borri… sono già impegnata a gongolare per essermi tenuta in vita fino ad oggi! Non so dare spiegazioni sugli altri… Un abbraccio!
Rosanna Dicembre 21, 2021 - 11:15 am
Bentornata Grazia! 🌸
Grazia Dicembre 22, 2021 - 7:47 pm
Grazie Rosanna! Ti abbraccio!
Michèle Dicembre 21, 2021 - 11:41 am
Cara Grazia, sì proprio cara perché le tue e-mail sono un raggio di sole in queste nostre vite complicate, affannate e piene di dubbi. Finalmente sono in pensione ... dopo tanti anni di pendolarismo e, tantissimi chilometri macinati ogni giorno, tantissimo lavoro, dopo il primo mese, in cui non mi capacitavo di essere libera da orari e scadenze, mi sentivo ubriaca sì ma di libertà adesso posso mettermi tranquilla al computer a scriverti!! Come larga parte di noi lettori ho fatto miei i tuoi tanti insegnamenti, dritte e consigli tant'è che alcune colleghe ( perché in ufficio ti ho mooooolto pubblicizzata! ) mi hanno chiesto di aprire un blog ma ce ne sono già così tanti; la loro espressione più frequente era: ma quante ne sai!... Io di rimando puntualizzavo che non era farina del mio sacco leggevo solo qui e là, di straforo e agevolata dal fatto di vivere sola e non avere impegni di accudimento nei confronti di bambini o adolescenti come loro; un impegno molto grande che avevo assolto con grande dedizione molto prima di loro addirittura annullandomi. A proposito di uomini ti voglio raccontare questo episodio che magari può servire a qualche mamma lavoratrice che vuol fare la superwonderwomen come me ( adesso la racconto con ironia e un mezzo sorriso ) ma che può aiutare a far capire ad alcune donne che devono avere molta più autostima ( concetto da me molto predicato ) . Durante i miei numerosi traslochi mi sono sempre portata dietro dei libri in lingua francese di mia sorella maggiore; erano favole di uno scrittore greco molto carine che a volte leggevo ai miei bambini la sera, tanto per ampliare l'offerta delle solite favole, traducendogliele ovviamente all'istante per cui durante il puerperio dell'ultimo figlio mi venne l'idea di mettere in pratica un sogno che avevo nel cassetto da tanti anni e cioè pubblicare un libro con la traduzione di queste favolette addirittura presi contatti con un editore! All'epoca esisteva un solo computer per tutta la famiglia perciò creai una cartella nella quale inserivo le varie traduzioni ma che un giorno sparì... Era successo che, convinti che era impossibile che io, neo mamma, lavoratrice, pure perfettina in casa tra igiene, tirare sfoglie più altri manicaretti e accudimenti vari, potessi aspirare a scrivere qualcosa sul computer di casa che avevano riformattato e avevano cancellato tutto il mio lavoro che, culpa - mea culpa - mea grandissima culpa volevo che fosse una bella sorpresa per i miei. Cara Grazia quindi un ... grazie molto grande e complimenti per le foto sempre meravigliose e a proposito mi potresti suggerire un testo per imparare la fotografia? te ne sarei grata, soprattutto un grande ringraziamento per i mandala perché li ho fotocopiati man mano che li pubblicavi regalandoli a un collega con tre figli chiusi in casa durante il primo lockdown. Un abbraccio grande nell'attesa di altre e-mail. Michèle
Grazia Dicembre 22, 2021 - 8:01 pm
Cara Michèle, che bella la tua analisi! Sì, credo proprio che per molte donne vada così. Un po' loro sono restie a dare importanza ai propri progetti. Di conseguenza, anche gli altri gli attribuiscono poca o nulla importanza e tendono a cancellarli... anche materialmente, come nel tuo caso! Adesso spero che il ritrovato tempo ti porti anche lo spazio per dedicarti a quello che ti piace e la serenità per comunicare a chi ti sta vicino che è importante e non va cancellato, soprattutto metaforicamente! Grazie per l'apprezzamento per le foto! Certo per il libro, te lo suggerisco volentieri ma non capisco se vuoi imparare la tecnica del mezzo o il fotografare in sé. Se è la prima, io partirei dal libretto della macchina fotografica, è sempre la cosa migliore. Conoscere a fondo la propria macchina è la partenza. La seconda è usarla per scattare di continuo (e cancellare moltissime foto, ma abbiamo il vantaggio di essere nell'era del digitale). Un libro completo e che ho trovato anche molto chiaro sulla fotografia digitale, che va benissimo per chi comincia, è il "Manuale completo di fotografia" del National Geographic, qui: https://amzn.to/3qmUQk1 Parla della tecnica ma senza estenuanti capitoli su cavilli tecnici, dando contemporaneamente dei suggerimenti sulle inquadrature, i colori. Spero ti sia utile, fammi sapere!
Francesca Dicembre 22, 2021 - 3:24 pm
ah ma questa cosa del sonno è una rivelazione! Mai sentita prima. AH ci provo assolutamente, caspiterina quante cose sai Grazie come sempre <3
GRAZIA CACCIOLA Dicembre 22, 2021 - 8:02 pm
Bene, sono contenta che sia utile! Sì, prova, fai provare anche i bimbi e vedrai che risultati! Un abbraccio cara.
Cristina Gennaio 4, 2022 - 8:14 am
Ciao! Ho appena finito di leggere i tuoi "pensieri spettinati e sparpagliati"! Non sapevo se commentare qui, su IG o su facebook, ti seguo da tantissimo tempo (promiseland dovrebbe farti riecheggiare ricordi di vite passate), adoro il tuo approccio alla scrittura, amo leggere quello che scrivi tutto d'un fiato, come si fa' con i messaggi di un'amica che non senti da tanto. Rido perlopiù sempre, le cose che scrivi mi mettono di umore ridanciano. Grazie a te, anche stavolta, potrò andare al lavoro garrula e trotterellare. Ti auguro cose belle. Cristina ☺️
Grazia Gennaio 9, 2022 - 8:20 pm
Ciao cara Cristina, certo che mi ricordo! I commenti qui mi fanno sempre molto piacere... IG, FB e gli altri vanno e vengono come è stato per i forum dieci e più anni fa. Il mio sito è sempre qui, la vedo come un'oasi tranquilla in cui chiacchierare in pace e serenità, con due risate quando è il caso. Ti immagino sempre garrula e trotterellante. Un abbraccio di cuore!
Add Comment