Related posts

La Sewing Room di Roberta

L’invadente quotidianità del buco nero supermassivo

Le mie vacanze a casa in agosto

22 Commenti

Vale Novembre 30, 2020 - 12:59 pm
Che bello, sai che adoro i "prima e dopo"!
GRAZIA CACCIOLA Novembre 30, 2020 - 5:49 pm
Anche io, quanto mi piacciono! Ti accontenterò ampiamente con foto dettagliate, promesso.
daniela Novembre 30, 2020 - 3:08 pm
Ciao Grazia , mi fa piacere sentire che la nuova destinazione si sta rivelando fantastica sotto molti aspetti...direi che te la meriti proprio...io sono abbonata al canale istagram del parco del delta del Po e vedo sempre foto meravigliose...spero che tu possa approfittare di questa area che sembra bellissima...e anche delle passeggiate in bici...a questo punto i mici si dovrebbero essere adattati e credo che siano molto felici, con il loro birdwatching e l'assenza di suoni musicali indesiderati h24...come del resto voi bipedi ? ti auguro un periodo di serenità e di tanti piaceri piccoli e grandi, nel tuo nuovo mondo...un abbraccio
GRAZIA CACCIOLA Novembre 30, 2020 - 6:55 pm
Grazie cara Daniela, sicuramente ci stiamo iniziando a rilassare e cogliamo tutte le occasioni per farlo... lavoro permettendo! L'inverno aiuterà il riposo e anche la progettazione di gite in bici... non vedo l'ora! Un grande abbraccio cara!
Adriana Novembre 30, 2020 - 4:30 pm
Ola Ola Ooolaaaa Grazia! Il totem ha funzionato,davvero. Sono sicura che starete benissimo. Può darsi che l'ulivo una volta potato a dovere farà le olive più grosse, normali diciamo. A volte gli alberi non potati si affollano di frutti piccoli piccoli. Un grande abbraccio
GRAZIA CACCIOLA Novembre 30, 2020 - 6:58 pm
Cara Adriana, sì ha funzionato e questa ipotesi delle olive l'avevamo fatta anche noi, ma il potatore ha detto che per la sua esperienza non diventano più grandi di così anche potandolo. Peccato per gli uccellini :) Un grande abbraccio anche a te!
cristina marzocchi Novembre 30, 2020 - 4:50 pm
In ogni caso e per ogni eventualità se hai bisogno di un mio intervento per rendere inamovibile un ombrello incastrato in un termosifone a caso, sai che puoi contare su di me. Amo Bologna, ogni mattone di Bologna ma, come ti avevo già detto, sto pensando anche io di abbandonarla per la Romagna. Sarà la prossima tappa della mia vita! Per ora ti invidio moltissimo issimo issimo!!!!!
GRAZIA CACCIOLA Novembre 30, 2020 - 7:00 pm
ROTFL! Certo, oltre a ringraziarti a vita per le risate della tua opera d'arte postmoderna, sarò qui a darti il benvenuto non appena troverai il coraggio. Bologna è una bellissima città e ci potrai sempre tornare in un'oretta, dai, non è proprio un abbandono!
FLAVIA LAURENTI Novembre 30, 2020 - 6:36 pm
Ciao Grazia, che bello leggerti!!!!! Contenta per te il Totem ha lavorato bene!!!!! Sono curiosa del prima e dopo e delle foto della casa nuova!!!!! Saluti a voi ( compresi i Mici!), Buona Vita!
GRAZIA CACCIOLA Novembre 30, 2020 - 7:01 pm
Cara Flavia, noi e i mici ci uniamo per mandarti un grande abbraccio!
Enza Dicembre 1, 2020 - 8:18 am
Ciao Grazia, è sempre un piacere leggerti! Sei capace di evocare, attraverso le parole, ambienti e posti e l'immaginazione corre libera sulle tue note! Bentornata!
GRAZIA CACCIOLA Dicembre 1, 2020 - 5:16 pm
Cara Enza, grazie di cuore! Sono molto felice di aver ripreso queste chiacchierate!
Daria Dicembre 1, 2020 - 10:06 am
Ciao, Grazia! Bello ritrovare un tuo post! Sulla questione dei montanari ti comprendo perfettamente... per loro resti sempre una da fuori, purtroppo è così anche fra le dolomiti... Ti auguro un sereno dicembre e spero di rileggerti presto. Chisssà che non riesca pure io a riprendere in mano il blog abbandonato da due-tre mesi!
GRAZIA CACCIOLA Dicembre 1, 2020 - 5:17 pm
Ciao Daria! Sarebbe un bel regalo di Natale se riprendessi il tuo blog, sai che l'ho sempre letto con piacere. Questi luoghi di scambio sereno sono sempre più rari, spero proprio che il tuo continui ad esserci.
Rosanna Dicembre 1, 2020 - 11:09 am
Ciao Grazia, che bello risentirti sul blog, e grazie per i sorrisi che ci regali ogni volta. Non vedo ľora di vedere la casa nuova. Auguri per questo nuovo inizio?
GRAZIA CACCIOLA Dicembre 1, 2020 - 5:27 pm
Cara Rosanna, grazie a te per l'ascolto! E' davvero bello ritornare tra amici! Confido che il nuovo inizio continui ad essere entusiasmante!
cristiana Dicembre 1, 2020 - 3:00 pm
A dire tutto, mi viene un commento lungo quanto il post, quindi mi limito all'essenziale :) Certo che avrai tempo per sistemare, e sarà bello, sta arrivando il freddo e tu te ne starai nella casina nuova a chiederti dove mettere questo e quello e a ricordarti che se poi una casa è perfetta non c'è più spazio per aggiunte e cambiamenti: magari in un viaggio incontri un quadro bellissimo ma le tue pareti sono già piene! Sì, mi chiamavano Pollyanna :D Il tuo ennesimo racconto gioioso su Monghidoro mi ha fatto venire in mente un film teribbbile di cui ho saggiamente rimosso il titolo, con tanto di Gianni Morandi protagonista, ma che dava davvero l'idea della follia antropologica del luogo, A proposito di passeggiate al mare, hai già fatto la conoscenza della Bassona? È l'unica spiaggia che noi frequentiamo in riviera, è una riserva naturale e ci si accede da una pineta a Lido di Classe ed è un posto che non c'entra assolutamente niente con il resto della riviera romagnola, da tutti i punti vista, in primis l'acqua trasparente ma anche il tipo di gente tranquilla che la frequenta. Buon inizio cara, spero di rileggerti presto, che è sempre una goduria!
GRAZIA CACCIOLA Dicembre 1, 2020 - 5:33 pm
ahhahah in effetti se ti riferisci a quel terribile filmato di Gianni Morandi che presenta la sua parzialissima visione di Monghidoro... concordo! Pessimo prodotto dal punto di vista tecnico, pessima comunicazione ma sopratutto va sottolineato che Morandi non l'ha mai postato sulle sue pagine e parliamo di uno che aggiorna quotidianamente. A ognuno le sue conclusioni... comunque Morandi essendo del posto gode di altro trattamento, ma credo che da persona intelligente sia al corrente del perché quel paese non si sta certo ripopolando.
GRAZIA CACCIOLA Dicembre 1, 2020 - 5:35 pm
Non ho ancora avuto l'occasione di andare alla Bassona ma ho una coppia di amici che vanno sempre a Lido di Classe e mi dicono da anni di andare lì... quest'estate provo, adesso mi attira molto dalla tua descrizione! A presto e chissà che non ci troviamo al sole!
Vale Dicembre 1, 2020 - 7:47 pm
Eh, da persona intelligente capisce e conosce il carattere dei suoi compaesani, e non sventola un orgoglio burino come certi che vivono nel paese dove sto io... Di cui, peraltro, chi se n'è andato, parla con cognizione di causa.
Bruna Antico Dicembre 2, 2020 - 5:02 am
Ciao cara, da ora in poi non canterai più...ma com'è bello andare in giro per i colli bolognesi.......ma andrai nella Camargue italiana, il nostro bellissimo Parco del delta del Po'....potrai ammirare i mosaici della Basilica di Pomposa....FARTI una piadina di Erbazzone in una locanda del Passatore dietro la tomba di Dante a Ravenna.....e poi, e poi, e poi !! Conosco come le mie "scarselle" tutti questi posti e anche più su verso Venezia .....il mio povero marito era di Contarina alias Portoviro....sono andata per anni al mare a Rosapineta, al lido di Dante, a Classe andavo negli anni '70 a prendere il latte per il mio piccolino.....ho visto crescere tutta la zona ,bonificarsi dalle zone paludose...Vedrai , ti troverai bene.....se hai bisogno di informazioni chiedimi , ho anche molti parenti disseminati a Ravenna, Venezia Padova ....Un abbraccio
GRAZIA CACCIOLA Dicembre 2, 2020 - 5:26 pm
ciao Bruna... certo! "La Camargue italiana" è la prima volta che la sento ma ... hai ragione, assomiglia parecchio! Finora avevo sentito "la California d'Italia". Ti chiederò numerosi consigli appena terminato il lockdown, quindi grazie in anticipo! Per ora ci godiamo gli stretti dintorni di casa ed è già un gran bel vedere. Un grande abbraccio e ... magari ci si vede da queste parti!
Add Comment