Related posts

Ritorno, dopo il trasloco

Vendesi casa finemente arredata

Accettazione: quando arriva il momento

21 Commenti

Silvia, Luca e Tommy Agosto 28, 2020 - 8:50 am
Oddio... a Paola Marella ho riso cinque minuti! Ho sempre pensato le stesse cose di quel programma e tutti quegli atteggiamenti di finta eleganza che più finta non si può! Grazie come sempre per la tua concretezza e per le risate! Traslocherò tra un mese, mi hai dato i consigli più pratici, specialmente la sorveglianza del camion. Non ci avevo pensato, recluto mio babbo, grazie! Sei speciale!!! sempre un piacere leggerti!
serena Agosto 28, 2020 - 9:37 am
Cara Grazia, incredibile ma vero, il tuo metodo è anche il mio metodo. Sottoscrivo tutto, Perché è sicuramente vero quello che scrivi in apertura dell'articolo: il metodo si impara solo con l'esperienza. E io, come te, di traslochi ne ho diversi alle spalle. Io come te, ho cominciato a farne da studente fuori sede, quando il livello avanzato erano le valigie con le rotelle che ti permettevano di trascinare le pesanti valigie piene di libri e carta. Sì perché da studenti, noi i traslochi ce li siamo fatti tutti rigorosamente a piedi, in autobus e in treno. Cambiare case e traslocare sono sempre l'inizio di un'avventura! Buon inizio e un abbraccio
Grazia Agosto 29, 2020 - 3:44 pm
*Davvero Serena... i traslochi fai-da-te degli studenti, che belli! :D Ma anche dopo, ho un ricordo divertentissimo di me e una mia amica con il comò dei miei trisnonni sul pandino ... comò sopra, cassettoni dentro con i sedili tutti giù e via... poi quasi ci tira indietro in una salita! XD Sì, è davvero sempre un'avventura... anche se ora vorrei che fosse proprio l'ultimo per un bel po'! Mandami energie positive che ne ho bisogno... energie sopratutto!
Grazia Agosto 29, 2020 - 3:40 pm
Grazie cara Silvia! Sì, assolutamente, sorveglianza del camion aperto, è una necessità primaria! Tra l'altro chi fa questa sorveglianza guarda bene anche il carico e se c'è qualcosa di fragile che rischia di finire sotto, quindi il babbo sarà occupatissimo!
Momi Agosto 28, 2020 - 9:16 am
Ho riso, riso, riso tantissimo! La tua ironia mi fa troppo ridere! Come sempre però mi hai dato milioni di consigli utili, soprattutto per la gestione dei quattro zampe: fantastica!, averle sapute prima certe cose...ma chissà perché quelle informazioni, che sono estremamente importanti, non le trovi da nessuna parte, accidenti. Grazie.
Grazia Agosto 29, 2020 - 3:46 pm
Non ti so rispondere, ma visto che mi sono arrivate email ulteriori di richiesta su questo argomento, ho pensato che magari più avanti recluto le due intrepide vet e naturopata per un post dettagliato dedicato solo al trasloco con i pelosetti :) In effetti alcune cose non le avrei sapute se negli anni non avessi chiesto a queste due belle persone!
cristina Agosto 28, 2020 - 9:18 am
"operai per stare un’ora al bar ad aspettare che vi pitturiate le strisce pedonali nei capelli" ……..morta, sono morta!!! ho fatto tre traslochi nella mia vita ma due erano nello stesso palazzo perciò sono andati abbastanza bene. A dire il vero anche l'ultimo di 4 anni fa non è stato malaccio; mi sono trasferita in una casa vicino al posto di lavoro mio e di mia sorella (che vive con me); il proprietario della casa, gentilmente ci ha lasciato le chiavi due mesi prima dell'inizio dell'affitto, così praticamente tutti i giorni portavamo nella casa nuova le cose che potevamo non utilizzare. Visto che la mia casa è su tre piani, ogni scatolone era già nella stanza giusta. volture, residenza e tutte le parti burocratiche sono andate incredibilmente lisce … cioè è proprio bello quando chiami un operatore che capisce al volo che stai facendo una voltura!!! mi sono quasi emozionata!!! Il traslocatore che ho scelto - fortunatamente - ha anche un funzionale magazzino dove vende tutti i mobili che non ti servono più, così i vari tapis roulant e cyclette che in casa mia servivano come appendiabiti ci hanno fruttato qualche soldino, stessa sorte è capitata anche a lampadari e suppellettili. Nel frattempo per la vecchia casa ho contattato uno sgombratutto che mi ha vuotato le cantine, dove ancora c'erano mille mila bottiglie di quando mio nonno "faceva" il vino. Cani e gatto hanno passato la giornata dal dog sitter, e credo che si siano divertiti molto più di noi. Il mio gatto (che purtroppo ora non c'è più) era un tipetto cazzutello e per abituarsi alla nuova casa ci ha messo circa 8 minuti. I cani ancora mi guardano inebetiti chiedendomi dove siamo. A me poi mi piacciono le novità, che devo dire? sarò malata ma io farei un trasloco al mese!!!
Grazia Agosto 29, 2020 - 3:54 pm
ahahh bellissimo! anche se il trasloco al mese lo eviterei davvero! In effetti i gatti sono un po' tutti a modo loro, c'è chi si abitua subito e chi passa giorni miagolando perchè non le va bene niente. Io ho una gatta che mi fa ammattire se sposto la scrivania, figurati con il trasloco, viene a chiamarmi di continuo perchè secondo lei probabilmente non ho notato che siamo nella casa sbagliata. Al contrario, il super-ansioso di cui parlo nel post è giorni che mi indica il trasportino e si fionda dentro ogni volta che mi vede mettere le scarpe :D Non lo associa alla macchina, solo alla casa nuova e lui ci vuole essere, mica che me lo dimentico nella vecchia casa! Io invece so che saranno due ore intere di suoi deliri da auto... spero di uscirne con i nervi saldi! Invidio moltissimo il tuo trasloco di una scatola alla volta in bell'ordine, sappilo! :D In questo momento, mentre scrivo, sono nella nuova casa ma devo tornare nella vecchia per aspettare le persone che hanno comprato diversi mobili e consegnarglieli (doppia invidia cocente per il tuo traslocatore con showroom!) e lì però dovrò farmi due giorni di dieta pizza-e-frutta visto che la cucina è già stata venduta giorni fa :D Le cose indispensabili divise tra due case sono micidiali! Grazie della condivisione della tua avventura, un abbraccio!
Valentina Agosto 28, 2020 - 9:41 am
Ma quanto ho riso con questo post? A tratti esilarante davvero! :) E a far ridere con il trasloco ce ne vuole! Io, che sto cercando di cambiare vita e quello che mi pare giusto adesso diventa sbagliato e folle tra un'ora, sudo già al pensiero del trasloco. Sarebbe un passaggio necessario, anzi diciamo la spinta propulsiva di tutto, ma, si sa, come ci autosabotiamo noi stessi, nessuno mai... Intanto ti auguro un felice nuovo inizio nella casa nuova (e auguro a me di traslocare presto, seguendo le tue linee guida, con buona pace di Paola Marella).
Grazia Agosto 29, 2020 - 3:59 pm
Grazie mille dell'augurio Valentina, me lo prendo tutto! Se posso risponderti basandomi sulla mia esperienza... nonostante la stanchezza e le paure (il trasloco è al secondo posto degli eventi traumatici, dopo i lutti!) quando avrai trovato il tuo posto ideale ti aiuterà moltissimo l'entusiasmo! In bocca alla lupa per tutto quello che ti aspetta!
Valentina Settembre 14, 2020 - 3:23 pm
ogni tanto vengo a rileggere il tuo blog, cercando di infondermi coraggio :) non funziona, non funziono. Però leggerti è sempre un piacere e fonte di tantissimi spunti. p.s. ti avevo scritto un'e-mail, lo dico solo per "identificarmi", dato che sono una lettrice recente
Roberta Pippi Agosto 28, 2020 - 10:18 am
Grazie, è sempre bello leggerti. E poi, se tutto va come deve (ma ovvio che non sarà così), anche io fra un pochino affronterò il trasloco e questo post capita a "fagiuolo". Tanti pensieri di leggerezza per te, per la tua famigliola traslocante e per la nuova casa! Attendo gli aggiornamenti!
Grazia Agosto 29, 2020 - 4:01 pm
Che bellezza Roberta, nuova casa o anche nuovo luogo di vita? Ti mando anche io tanti pensieri di leggerezza e ... aggiorniamoci a vicenda, dai! Un abbraccio!
raffaella prati Agosto 28, 2020 - 2:55 pm
Ho perso il conto dei traslochi "veri" che ho fatto nella mia vita, compresi quelli da studente all'estero. L'anno scorso a luglio ho chiuso casa e sono andata finalmente a vivere con il mio compagno. Undici mesi dopo abbiamo semi-chiuso casa, abbiamo lasciato la grande città e ci siamo spostati in un paesino vicino al mare, dove abbiamo preso in affitto un appartamento ammobiliato, con una vista magnifica da tutte le finestre, bosco, acqua e orto (yessss) – un primo passo per capire se è la scelta giusta e fare il passo del trasferimento definitivo. Quando ho letto il titolo del tuo articolo ho pensato "No grazie, niente articoli sul trasloco pliz" e invece la curiosità ha vinto e ho fatto bene. Sei fantastica, grazie! Buon trasloco in leggerezza e buon inizio!
Grazia Agosto 29, 2020 - 4:06 pm
Cara Raffaella, ma che bella la descrizione di questo luogo di vita, sembra un idillio bucolico, quindi immagino che stia andando tutto bene e sia proprio la scelta azzeccata! Grazie dell'augurio, me lo prendo tutto... ci vuole!
E Agosto 29, 2020 - 7:16 am
Ciao Grazia, che piacere leggerti di nuovo!! Mi sei mancata, la tua scrittura mi cattura! Un abbraccio
Grazia Agosto 29, 2020 - 4:08 pm
Grazie cara, che gentile!!! Conto di tornare più presente a trasloco ultimato, è l'augurio che mi voglio fare per i prossimi mesi!
mrm Settembre 2, 2020 - 6:57 pm
io aspetto solo notizie della tua nuova casa, sperando che sia l'ultima
GRAZIA CACCIOLA Ottobre 27, 2020 - 9:23 am
DEVE essere definitiva! Se sarà l'ultima, non lo so. Chi sono io per dirlo... Sicuramente dovrà durare tanti tanti anni! Sugli aggiornamenti contaci, stiamo riemergendo dagli scatoloni e annessi!
Marta Settembre 2, 2020 - 7:36 pm
Ah quanto amo questo post! Veramente... spesso sembra che le persone pagate per darci consigli su come organizzare la nostra vita siano in realtà prodighe di consigli che la complicano (vedi bullet journal, belli per carità, ma posso io perdere ore solo per organizzare un organizer?) Essendo reduce da un trasloco internazionale, appena dopo la fine del lockdown, con due gatti, niente auto e dovendo fare tutto da sola, grazie per questo post, che so per certo salverà tanti poveri cristi. La mia filosofia guida in questo trasloco, come nei precedenti che però erano meno impegnativi, è stata praticamente la stessa tua, con tanto di cernita molto aggressiva di tutto quello che non mi serviva più (e sospetto di non aver ancora finito).
GRAZIA CACCIOLA Ottobre 27, 2020 - 9:27 am
Marta, hai assolutamente ragione! Io sono una grande oppositrice del bullet journal anche se trovo geniale il marketing di chi riesce a vendere dei quaderni a puntini a prezzi esorbitanti. Se proprio non se ne può fare a meno perché nessuna agenda elettronica o app può adeguarsi ai nostri impegni, almeno che sia un bullet journal digitale. Se invece lo scopo è disegnare e pasticciare... trovo più interessante un blocco da disegno, la carta da acquerelli, la tela... Complimenti per il trasloco internazionale con due mici e niente auto... questo è un livello super-avanzato!
Add Comment