Related posts

I miei 10 consigli per mettersi in proprio

Editare la vita

Silvia, Ivan e la nascita di Albero Arcobaleno APS

14 Commenti

Francesco Giugno 27, 2017 - 12:44 pm
"stiamo cercando di coinvolgere Spock e tutto il baracchino del teletrasporto, quindi siate fiduciosi in un abbattimento delle spese. " Sei un mito! Grande notizia l'associazione, mi sono appena iscritto alla newsletter. Spero che i corsi scenderanno più giù di Napoli! Averti in Puglia sarebbe un regalo grandissimo! Francesco e Ivan (che ti leggerà stasera)
Erbaviola Giugno 27, 2017 - 5:56 pm
Grazie! Francesco, mi piacerebbe moltissimo riuscire ad arrivare fino in Puglia, che come sai adoro. Magari con l'aiuto di qualche organizzazione locale ce la facciamo, per ora è già stato notevole essere arrivati a Napoli! Un passo alla volta, arriveremo anche lì. Vi abbraccio tanto, anche il lettore serale!
Daniela Agnes Giugno 27, 2017 - 2:08 pm
Cara Grazia, solo l'allusione a Spock e tutte le frecciatine (assolutamente giustificate e sacrosante) che ho potuto cogliere - pertanto, figurarsi quelle non colte quante possano essere! - valgono l'articolo e il mio applauso. Non potevi argomentare in modo più concreto e veritiero anche se, ti dirò, è effettivamente un peccato tu l'abbia dovuto fare. Io sono una di quelle persone che, alla vista del prezzo, ha pensato subito di iniziare a stanziare un mini budget mensile per quando se lo potrà permettere... Ed è triste che, come al solito, i pochi ben intenzionati che godevano con gioia di questi tuoi regali, finiscano per rimetterci. Nulla, penso che il resto sia superfluo. Finalmente ci sei riuscita e spero di venire presto ad ascoltare in prima fila! Brava! <3
Erbaviola Giugno 27, 2017 - 6:02 pm
Grazie carissima, le tue parole mi fanno molto bene! Niente frecciatine però, in realtà ho cercato di essere più generica possibile per non offendere nessuno... magari indurre solo un po' al ragionamento alcuni organizzatori :) Purtroppo, non solo questo post ci voleva ed è stato necessario... ma valeva la pena farlo. Ho deciso che molte cose che in passato non ho detto per educazione, adesso valga la pena dirle. Ci provo fino in fondo, voglio essere sicura di aver fatto tutto il possibile ^_^ Non appena potremo, sarà un piacere riabbracciarti!
daniela Giugno 27, 2017 - 2:41 pm
come sempre leggerti è bellissimo Grazia! questo misto di verità, auto ironia,e anche qualche vaffa...ogni tanto ....è un balsamo per l'animo!! sono veramente sbalordita che tu abbia dovuto scrivere un articolo per spiegare che 80 euro di corso per una giornata full immersion FATTA DA TE è tanto, però li vale.......e davvero c'è qualcuno che ha pensato che ti stai arricchendo????? sicuramente tu giri più di me e hai la sfortuna di conoscere a quanto pare il peggio dell'umanità e questo mi dispiace tantissimo perchè ho paura che alla fine tutti questi idioti ti stanchino così tanto che poi tu smetta di condividerti anche con noi che invece ti apprezziamo tantissimo e ringraziamo per ogni post o libro o corso che fai.... io non sono assolutamente ricca e conosco tutta gente normale e vedo ogni giorno che per le scarpe, la borsa, i brilluccichi o il gadget elettronico all'ultima moda 80 euro sono nulla e vengono buttati via senza nemmeno soffermarsi a pensare...poi magari per dare 30 euro in beneficenza si fanno venire un infarto! e 80 euro per venire a un tuo corso sono proprio improponibili!!!!!!! io capisco che tu sei meravigliosa e vuoi diffondere ma il seme attecchisce solo dove il terreno è pronto e doverlo arare e concimare per poterlo fare spesso è un danno...paragone che dall'agricoltura naturale si presta bene anche per le idee o le filosofie di vita secondo me. quindi per piacere non sprecare più un grammo della tua energia per i "sordi che tanto non vogliono sentire" e dedicati invece a chi è pronto ad accoglierti e fare un uso migliore possibile del tuo condividere. faccio una precisazione: non sto parlando di fare un qualcosa per ricchi o per eletti ( anche visto i soldi di cui stiamo parlando ) ma per chi ne fa tesoro!!!! sono così stufa di sentire persone che dicono "oh io il cibo non trattato non me lo posso permettere " e poi comprano chili e chili di frutta e verdura che finisce tutta immancabilmente buttata dopo pochi giorni....compra una mela, una pera e un etto di lamponi sani , mangiali tutti con equilibrio e non buttare nulla ...e vedrai poi se costa di più!!!!!! per non parlare poi delle ultime novità: i prodotti per la pelle a base di bava di lumaca! ma dico io, lo sapete che per estrarre la bava le lumache vengono o elettrificate o salate? bello eh? e con tutte le erbe , il miele, le meraviglie naturali che ci possiamo mettere in viso, proprio la bava di lumaca era indispensabile?????? ma via!!!!! ciao Grazia e scusa se ho approfittato del tuo sito per sfogarmi un pò...tu continua la tua strada come meglio ti pare e salvaguardati....un abbraccio
Erbaviola Giugno 27, 2017 - 6:11 pm
Grazie Daniela, la tua carica è davvero contagiosa! Ti sto abbracciando da lontano! 80 euro è solo il corso di Rimini, perché è organizzato da un'associazione molto più grande, Arbor Vitae, che ha locali propri e non sono inclusi i pasti. Gli altri corsi organizzati da Arbor Felix sono appoggiati a strutture a pagamento e sono inclusi i pasti, per questo costano dai 120 ai 160 euro. In alcuni casi abbiamo avuto la fortuna di gestori che contengono le spese, come nel caso della Casota Vegan di Torbole sul Garda, di proprietà di una cara amica, mentre in altri casi abbiamo abbattuto un po' i costi con delle convenzioni ad hoc. Però in posti come Milano si va praticamente in pari, ammesso di fare il tutto esaurito: persino i locali 'etici' costano una follia e immagino che paghino anche una follia di tasse. In ogni caso, tutto il tuo discorso ha senso, perché ho visto lamentele anche per corsi di una giornata a 50 euro, con gente che protestava perché il locale era fuori mano o poco attraente. Sai com'è, loro riescono ad affittare il forum per 20 euro :D Credo però che alla fine siano più le proteste dettate dal famoso 'freno a mano tirato' che quelle realmente inerenti ai prezzi in sé. Spero quindi che la riflessione serva a fare meno rate per il Bimby e più lavoro su se stessi, anche con altri, mica per forza con me :) Intanto doppio abbraccio!
Rosa Maria Giugno 27, 2017 - 5:44 pm
Cara Daniela, non posso che condividere il tuo commento sugli idioti che non vogliono sentire, e credono che le persone "strane" come Grazia debbano lavorare a costo zero...o non vivranno forse di sola aria? A volte è davvero dura mantenere la rotta in mezzo ai frangenti dell'ignoranza, madre della superbia. Io sono circondata da vicini che...non ti dico! Uno ha un impianto di illuminazione per un giardino e un cortile che nemmeno la Reggia di Venaria Reale ( sai, io sono piemontese...), sta acceso dal tramonto all'alba con nostra grande gioia, in perfetto sincronismo con l'impianto di irrigazione che lancia i suoi getti in un gioco d'acqua, e tutto ciò per innaffiare un oleandro e pochi vasi di gerani, e il mitico "green" di forse dieci metri quadrati! Dal lato opposto la vicina vegetariana pentita, che ogni volta che vedeva le piantine di timo e di salvia del mio orto diceva con voce lacrimevole"oh, il timo con l'agnello, com'è buono!"...Tre mesi fa abbiamo salvato un giocane asino da una brutta fine in macelleria e, in attesa di preparargli un posto adatto, lo abbiamo sistemato sotto una tettoia accanto alla recinzione di confine. Mal ce ne incolse, perché la signora si è immediatamente precipitata a buttargli manciate d'erba strappate nel suo frutteto/orto/giardino ormai incolto da anni...peccato che sia ricettacolo di tutte le erbe più dannose per gli asini, dal senecione alla celidonia; e vai a spiegarle che non doveva assolutamente farlo: si è offesa, ed ha iniziato a portare al povero Levante (bel nome, vero?) carote mele costine asparagi scarti di cucina panini biscotti...di nascosto (credeva lei). Altra discussione, finita in una tritissima sceneggiata in cui mi sono sentita dire che sono "aggressiva" perché le impedisco di dare del cibo all'asino..infine, siccome ama così tanto gli animali, ha fatto installare una doppia rete ombreggiante davanti all'unica finestra, togliendo all'asino la visuale, la luce e l'aria. Bella pensata, vero? Per fortuna, la scorsa settimana abbiamo trasferito l'asino nella sua nuova casa, dove può godere di aria, luce, sole e ombra, e ragliare sonoramente con le sue tre amiche asinelle che abitano intorno, nel raggio di un chilometro ...e siccome lui è maschio, sai che concerti! Tutto questo per dire che occorre davvero "salvaguardarsi" come tu dici bene, Daniela, e a volte è difficile. Mi torna in mente un passo di un libro...strano, "Sui sentieri del sogno" di Rodolfo Brun, che ogni tanto rileggo: "Non esistono cose facili sul sentiero di un guerriero. Essere un guerriero significa seguire la via del cuore e dell'onore, significa apprendere il linguaggio della terra. Essere un guerriero significa sapersi battere in modo impeccabile, al meglio delle proprie possibilità, significa conoscere le vie del Potere e dello Spirito." Queste parole sono dette da Lupo Saggio, la personificazione dello Spirito Guerriero del Popolo Rosso del Nordamerica. Certo è una realtà diversa e lontana, ma...dicono i Lakota "mitakuye oyasin",un saluto che significa "ogni cosa è mia parente". Grande, vero? Altro che bava di lumache o gadget elettronici...Quindi, forza e coraggio a tutti, e un grande augurio a Grazia per il suo lavoro, che merita di essere pagato per quello che vale, cioè molto!
Erbaviola Giugno 27, 2017 - 7:04 pm
Inutile dire che ormai sono innamorata dell'asino Levante che raglia alle sue belle! Posso chiedere una foto? Mi piacerebbe tantissimo vederlo! Gli asini sono così espressivi, hanno delle espressioni dal malinconico al simpaticissimo. Di vicini assurdi ho fatto il pieno anche io in passato, avevo scritto anche un post in proposito. Da qualche anno, invece, vivo in uno stato di grazia, silenzio ed ecologia... sarà quello che ho dovuto penare prima- Non posso che augurarti quindi che il vicino sprecone si auto-estingua con le bollette enel e che l'altra trovi un asino umano di compagnia ;) Se ti può consolare, come conseguenza dei miei primi esperimenti di permacultura, un nostro vicino di allora, nella poco ridente cittadina di Garlasco, scambiò le erbacce alte per chissà cosa e ci trovammo un elicottero della guardia di finanza sopra la testa, che ci spostò anche un numero di tegole per osservare l'orto. Che voglio anche dire... se ci suonavano e chiedevano di entrare, non c'erano problemi e mi risparmiavo un centinaio di euro per far sistemare le tegole... Per dire che vicini deliziosi. E quando mettemmo in vendita la casa, ci mandarono un loro amico che si finse interessato con l'agenzia, solo per guardare cosa facevamo dentro e arrivato alla fine del giro sbottò: "Ma voi si può sapere che lavoro fate?!". In quanto a cose folli, volevo ragguagliare sia te che Daniela sopra, che la bava di lumaca è superata. Ora la nuova tendenza è la parrucca per vagina, dico sul serio. Dei toupé sintetici da applicare per gli amanti del cespuglio rigoglioso.... perché dopo anni e anni a praticare le depilazioni più dolorose, le donne ormai senza più un pelino si sono viste arrivare la nuova moda del cespuglio selvaggio e che fare? Lozione per capelli del marito? Trapianto? nossignore, si risolve tutto subito con un bel parrucchino. Immagino poi che piacere e godimento procuri con il caldo di questi giorni... Visto che servizio? Vi aggiorno anche sulle nuove tendenze, arrivo prima di Cosmopolitan, cosa volete di più? :D
Erbaviola Giugno 27, 2017 - 7:29 pm
Dimenticavo: la frase che hai citato di Brun, bellissima, vera e potente. Grazie!
Rosa Maria Giugno 28, 2017 - 8:30 am
Cara Grazia, simpatico il tuo aggiornamento sulle nuove tendenze "folli..in quanto alla foto dell'asino, ci sono dei problemi tecnici dovuti alla mia pochezza di sessantunenne testa dura: non ho usato il pc altro che per scrivere, sto imparando pian piano anche altre cose...sai che il tuo sito è il primo e l'unico che seguo? Pensa che ho ancora un telefonino vecchio stile, non uno smartphone, il che mi aiuta moltissimo a starmene tranquilla, senza messaggi vocali e whats-app (si scrive così?) Se i miei figli o gli amici mi cercano, una telefonata, o al più un breve sms. Punto. Quindi per la foto di Levante dovrai aspettare che qualcuno dei miei tecnologici familiari mi insegni come fare! Per mia fortuna, posso fare a meno di tanta tecnologia, la lascio volentieri a chi la sa e/o la deve usare in modi migliori. Comunque, sono felice di questa possibilità di condivisione, data da internet, come vedi...ogni giorno è buono per imparare cose nuove, purché lo si faccia in modo consapevole, non facendosi trascinare dal vento del "tutti fanno così, ma come, tu no?" Quando si impara qualcosa perché lo si è scelto davvero, si è doppiamente contenti...Ciao, cara, buona giornata!
Elena AltraCucina Giugno 28, 2017 - 3:57 pm
Hai avuto una grande idea a costituire un'associazione! e mi piace l'idea che i corsi gratuiti siano soprattutto destinati alle scuole! da dove dobbiamo partire per cambiare il mondo se non da lì? bravissima
Erbaviola Luglio 10, 2017 - 7:37 am
Grazie Elena! Sì la penso nello stesso modo! Bisogna partire dalle scuole, dall'età in cui sono più ricettivi e hanno più voglia di fare!
Claudia Luglio 13, 2017 - 4:53 pm
Ciao Grazia, Questo tipo di corsi andrebbe bene anche nelle scuole come piattaforma di base educazione all'essenziale , come alternativa ad un altro modo di vivere e non solo quello imposto dal business economico, dai media.....Sapere che esista la possibilità di stare bene con se stessi ..... Alzo lo sguardo e leggo la risposta al tuo commento ad Elena..... azz..... bello trovare una persona che la pensa come te.... Grazie per quello che fai, Ciao Claudia
Grazia Cacciola Luglio 13, 2017 - 6:18 pm
Grazie Claudia! :) E' bello trovare persone come te! Il nostro statuto ha messo tra i punti essenziali l'insegnare ai bambini e ai ragazzi la responsabilità del proprio territorio e la libertà di piantare alberi per migliorarlo. L'altro progetto, dove finiscono la maggior parte dei fondi, sono gli orti nelle scuole. Un abbraccio!
Add Comment